PROGETTI DI RICERCA

La ricerca e lo sviluppo di nuove soluzioni tecnologiche sono per la Maim linfa vitale che consente di proporre idee all’avanguardia in qualsiasi campo di interesse tecnologico. I membri dello studio hanno una decennale esperienza in campo industriale/ ambientale; inoltre una stretta collaborazione con l’Università degli Studi di Cagliari consente di avvalersi della collaborazione di giovani e valenti ricercatori al top della formazione accademica. Ciò consente alla Maim Engineering di essere costantemente aggiornata sul panorama tecnologico attuale e di fornire un servizio professionale altamente specializzato e competitivo su scala globale.

Ambiti di ricerca

  • Progetto eucalipti
  • Captazione del biogas
  • Pirolisi

PROGETTO EUCALIPTI

103Il processo di nobilitazione del legno di Eucalyptus nasce dallo studio dell’ing. Mauro Corona in collaborazione con la MAIM ENGINEERING S.R.L. ed è in fase di approvazione del brevetto.
Attraverso un trattamento termico e chimico a temperature e concentrazioni controllate, si riesce ad ottenere il legame delle resine all’interno del legno, migliorandone le caratteristiche sino al raggiungimento dei livelli di qualità dei migliori legnami attualmente in commercio.

Gli alberi in arrivo vengono tagliati, ridotti in tavoloni di spessore definito ed introdotti nel sistema di trattamento dove sosteranno per un tempo definito in funzione del loro spessore.
Durante il tempo di permanenza all’interno del sistema, i tavoloni vengono sottoposti a trattamento con vapore miscelato con sostanze chimiche e poi raffreddato con rispetto di tempi prestabiliti e a temperatura controllata.
Con questo sistema si portano le resine a legarsi internamente alle fibre del legno, rendendolo più resistente di come risulterebbe da un processo di stagionatura naturale o utilizzando i metodi tradizionali.
La durata del trattamento completo è di circa 2 mesi, quindi è possibile ottenere 6 trattamenti annui.
Il prototipo realizzato è in grado di trattare 10 m3 di legname per volta, per un totale annuo 60 m3.

 

I vantaggi di questo sistema sono:

  • riduzione dei tempi di stagionatura rispetto alla stagionatura naturale
  • notevole miglioramento delle caratteristiche del legno
  • scarti di lavorazione reimpiegabili nel processo di pirolisi o in altri processi

 

Gli svantaggi sono:

  • necessita di energia termica;
  • necessità di energia elettrica;
  • lunghi tempi di attesa per il taglio degli eucalyptus che necessitano di circa 20 anni per diventare delle dimensioni idonee al trattamento.

La coltivazione degli Eucalyptus

I dati relativi alle dimensioni di crescita in Italia della pianta, indicano un’altezza massima delle piante adulte che si aggira intorno ai 25 metri. Generalmente cresce anche più di un metro all’ anno e per questo è considerata una pianta di crescita veloce. In genere l’età minima prevista per i primi tagli sono 15 anni.

È una pianta molto resistente teme solo il vento e le gelate; presenta una capacità di ripresa davvero eccezionale in quanto può auto riparare i danni provocati dal freddo o da potature drastiche. Attualmente i campi d’impiego riguardano principalmente i settori farmaceutico e fitoterapico dell’olio essenziale e del legno come legno da opera o da ardere o per la fabbricazione di carta. Come pianta ha un uso ornamentale o come frangivento. La pianta ha però elevato bisogno d’acqua, per questo in passato ha trovato larghissimo impiego per le bonifiche.

L’impianto di questo albero si può fare a fine estate o anche in primavera , le annafiature vanno fatte ogni quindici giorni finchè la pianta non ha radicato bene ,finche è giovane , poi questa pianta sopporta benissimo lunghi periodi di siccità, ma anche di forte umidità del terreno per cui per le annafiature si fa fare a madre natura .

Altro impiego più recente è quello relativo alla generazione di biomassa per uso energetico, il che assume una notevole rilevanza nella società attuale, sia per i costi sempre crescenti dei combustibili fossili, sia per le implicazioni di carattere ambientale con la riduzione delle emissioni di CO2 di origine fossile.

Il valore degli eucalipti è legato alla loro capacità di valorizzare terreni a reddito scarso, non altrimenti utilizzabili.

Vantaggi:

  • la messa a dimora non risulta di difficile attuazione;
  • non sono necessarie particolari cure o trattamenti della pianta;
  • crescita abbastanza veloce rispetto ad altre specie (circa un metro l’anno);
  • abbastanza resistente agli incendi, ai cambiamenti climatici e a danneggiamenti fisici quali drastiche potature;
  • può essere posta in prossimità di centri abitati non avendo radici infestanti o dannose;
  • non sfrutta il terreno che può essere usato per altre colture sia durante la crescita degli alberi che dopo la dismissione del sito;
  • può essere usato per le bonifiche di terreni palustri o ricchi d’acqua o per terreni altrimenti non utilizzabili;
  • Dopo il periodo di primo radicamento, la pianta non necessita di innaffiature ma basta l’acqua piovana.

Svantaggi:

  • necessita di terreni con adeguata irrigazione nel primo periodo di vita, sino alla completa radicazione;
  • necessita di circa 20 anni dalla messa a dimora perché la pianta abbia dimensioni tali da poter essere usata nel trattamento di nobilitazione.

PROGETTO BIOGAS

biogasIl Biogas, ovvero il gas prodotto naturalmente dalla decomposizione del materiale organico posto a dimora nelle discariche, è una risorsa ottenibile dalla messa in sicurezza di discariche a cielo aperto. La MAIM ENGINEERING ha realizzato un progetto di messa in sicurezza della discarica posta nella zona industriale di Villacidro. L’impianto prevede l’applicazione delle soluzioni più attuali per lo stoccaggio dei rifiuti, il trattamento e la gestione dei percolati in regime di BAT (Best Available Techonology). La valorizzazione del Biogas avviene attraverso ad una cogenerazione che consente di produrre sia energia elettrica che calore sfruttato per l’igienizzazione dei fanghi risultanti dalla chiarificazione delle acque reflue dell’impianto.

 

 

 

Vantaggi:

  • Valorizzazione delle discariche in disuso tramite il recupero del potenziale energetico insito negli accumuli di rifiuti
  • La produzione energetica da Biogas consente di risparmiare combustibili fossili ciò comporta un risparmio di risorse energetiche primarie
  • Diversificazione del paniere energetico
  • Creazione di posti di lavoro radicati nel territorio

L’attività di tutela dell’ambiente portata avanti dalla MAIM ENGINEERING srl, ha portato alla progettazione ed alla realizzazione di una bonifica di una discarica a cielo aperto situata nella zona industriale di Villacidro.
L’impianto realizzato prevede la copertura del materiale costituente l’accumulo tramite